• News - Maggio/Giugno 2020

     

    Cari Amici,

    questa newsletter è bimestrale, ciò significa che sono passati due mesi da quando le vite di tutti sono state ribaltate.

    Due mesi in cui abbiamo avuto paura, siamo stati attraversati da preoccupazioni, ansia collettiva, rabbia, sgomento; alcuni hanno perduto persone care, il lavoro, la libertà perfino di uscire di casa.

    Il mondo è cambiato, e sicuramente cambierà ancora. Quando saremo fuori da questo tunnel, ci troveremo a vivere una realtà diversa, ad oggi ignota, e che sicuramente noi, come individui, contribuiremo a creare nella collettività.

    Qualcuno, diceva, ironicamente: “se non puoi uscire dal tunnel, arredalo.”

    Ecco, il mio consiglio in questo momento è: approfittiamo ancora del tempo che ci aspetta davanti alla porta socchiusa, cerchiamo di capire bene chi vogliamo essere e dove vogliamo andare.

    Vi invito a leggere il mio articolo, pubblicato sul blog di CITTÀ AUREA, in cui racconto come i Fiori di Bach possono essere d’aiuto nell’affrontare emotivamente questa situazione e vi consiglio i più adatti:

     

    A questo proposito, per chi decidesse di dare fiducia a questo Metodo (e mi auguro che lo facciano più persone possibile, per il bene loro e del Tutto), vorrei soffermarmi sull’importanza della figura del Consulente certificato (BFRP).

    Perché sceglierlo, cosa fa, cosa può garantirvi in più degli altri, e perché dargli fiducia: ecco spiegato tutto nella brochure qui di seguito (cliccate sulle immagini per ingrandirle):

     

    Vi ricordo che sono sempre a disposizione in versione “ONLINE” sia per le consulenze individuali che per le lezioni di inglese, e molto altro.

    Cliccate sui due riquadri azzurri in cima alla pagina per un breve video di presentazione, visitate le aree del mio sito dedicate e non esitate a contattarmi per informazioni e appuntamenti.

     

    Dobbiamo ripartire, tutti.

    Cominciamo da qui.

    E speriamo che la newsletter di luglio si apra con un abbraccio non solo virtuale, stesi al sole, immersi nel mare, seduti sotto un albero.

    Un po’ oltre i due chilometri da casa.

     

    Un abbraccio,

    Barbara